Montessori: 7 frasi per trasmettere fiducia al tuo bambino

Montessori: 7 frasi per trasmettere fiducia al tuo bambino

Hai mai sentito parlare del Metodo Montessori che si basa sulle idee di Maria Montessori? Non è stata solo una delle prime 3 donne a laurearsi in medicina in Italia, ma si è dedicata anche allo studio della pedagogia.
Per diversi anni è stata alla guida di un istituto medico-pedagogico per la formazione di insegnanti per disabili.

Consiglio: scopri le migliori bici senza pedali

Nel 1907 Maria Montessori ha aperto la prima Casa dei Bambini a Roma, in cui applicava una nuova concezione di scuola d’infanzia. Si dedicò soprattutto a bambini poveri e trascurati, cresciuti nelle periferie.

Il successo del suo metodo -riflesso nello sviluppo dei bimbi in giovani sicuri di se, indipendenti ed abili– ha da sempre attirato grande attenzione da parte di pedagoghi di tutto il mondo.

Montessori ha diffuso la sua idea per decenni fino alla sua morte nel 1952.

Lo ha fatto personalmente e per decenni in innumerevoli conferenze, congressi e nei suoi centri di formazione sparsi in tutta Europa, negli Stati Uniti ed in alcuni paesi del Sud America e Asia.

La pedagogia Montessori si basa sull’importanza della personalità individuale del bambino. Incoraggia i bimbi a prendere le proprie decisioni, a pensare in modo indipendente e ad agire in base alla propria motivazione interiore. I bisogni e gli interessi del bambino vengono costantemente presi in considerazione nel processo educativo.

Le persone che educano secondo il metodo Montessori interpretano il proprio ruolo di aiuto e sostegno al bambino nell’apprendere ciò per cui lo stesso mostra interesse.

E’ sicuramente un approccio educativo che richiede molta pazienza e flessibilità. E non sempre è facilmente applicabile nella quotidianità.

Ma l’idea Montessori può anche essere portata nella vita familiare quotidiana in piccole quantità, per esempio con le seguenti 7 frasi chiave dell’insegnante montessoriana Christina Clemer.

L’obiettivo?
Fare apprezzare ai bambini la sensazione della propria autoefficacia: se faccio qualcosa, posso fare la differenza. E questo è un ottimo modo per far crescere la fiducia in se stessi dei nostri piccoli.

Consiglio: scopri i migliori giochi Waldorf su Regali per Bambini.

Montessori: 7 frasi per trasmettere fiducia al tuo bambino

Montessori: 7 frasi per trasmettere fiducia al tuo bambino

1.”Ho visto quanto hai lavorato sodo.”

Concentrati più sull’attività di tuo figlio che sul risultato finale.
Elogialo per aver fatto qualcosa con tanta passione, concentrandosi a lungo e lavorando in modo particolarmente attento. Oppure perché ha aiutato un altro bimbo o perché ha lavorato bene in gruppo.
Evita di dire al tuo bimbo “bravo” o “che bello!”

Questo lo aiuterà ad avere fiducia in se stesso perché il tuo bimbo interiorizzerà che attraverso i propri sforzi può sempre migliorare.

Esempio: invece di dire “Sei un bravo bimbo!” digli “Ho visto come hai aiutato il tuo amico sullo scivolo. È stato molto gentile da parte tua. “

Oppure: “Ho visto quanti sforzi hai messo nel tuo lavoro. Hai tagliato e incollato fino a quando la tua opera d’arte era esattamente come volevi che fosse. “

2. Cosa pensi tu di quello che hai fatto?

Mentre noi, come genitori ed educatori nel senso Montessori, siamo gli aiutanti, il bambino diventa il proprio insegnante.

Con la domanda “Cosa pensi di quello che hai fatto?”, aiuti tuo figlio ad analizzare e valutare i propri risultati. In questo modo lui impara a valutare da solo invece di utilizzare le valutazioni di altri.

Ad esempio, se tuo figlio ha fatto un disegno, chiedigli perché ha dipinto proprio quel soggetto e perché ha scelto quei colori. Chiedigli anche cosa gli piace del suo disegno e se sa spiegarti perchè.

3. “Dove potresti cercarlo?”

L’indipendenza è uno dei valori che la pedagogia Montessori vuole trasmettere. Il nostro obiettivo da genitori è di insegnare ai bambini a fare le cose da soli.

Esempio: tuo figlio sta cercando il suo peluche e tu sai che si trova sul divano, dove avete letto un libro insieme.
Invece di dirgli dove si trova, chiedigli “Dove hai giocato l’ultima volta con il peluche?” In questo modo proverà a ricordare, cercherà da solo il peluche e non avrà bisogno del tuo aiuto.

Montessori: 7 frasi per trasmettere fiducia al tuo bambino

4. “Come ti posso aiutare?

I bambini vogliono aiutare.
Già! Amano pulire il tavolo o apparecchiarlo. Gli piace pulire per terra con la scopa o abbellire il tavolo con dei fiori. Queste piccole responsabilità gli danno un senso di appartenenza e un suo ruolo nella famiglia.

Se poi l’attività è troppo difficile, chiedigli in quale parte puoi dare una mano. Offri un supporto.
Se lo aiuti non dovresti liberarlo completamente dall’attività perché vivrebbe l’esperienza come un fallimento.

Esempio: tuo figlio vorrebbe prepararsi un panino con il formaggio. Ha già tutto sul tavolo, manca solo il formaggio dal frigo. Invece di portare il formaggio, posiziona uno scalino davanti al frigo per farglielo prendere da solo.

5. “In casa nostra, noi…”

Le regole sono importanti per una convivenza armoniosa. Ma i bambini devono impararlo prima.

Le strutture delle nostre regole sociali sono estremamente complesse per un bambino, ecco perché le cose messe in chiaro lo aiutano a integrarsi meglio.
Ovviamente le regole vanno comunicate in maniera corretta. Vi ricordate frasi come: “Non si fa!”, “No, non puoi farlo!”?
Ecco, sono divieti autoritari che provocano spesso la reazione contraria. A nessun piace un divieto senza capire il senso del del divieto stesso.

E’ molto meglio dire “A casa parliamo piano quando mangiamo” oppure “a casa nostra mettiamo le scarpe nell’armadio invece che lasciarle in corridoio”, frasi del genere sono più efficaci.
In primo luogo includiamo un ‘noi’ e in secondo luogo, sono frasi formulate in maniera positiva, con le quali indichiamo come fare, invece di dire come “non devi fare…”.

Montessori 7 frasi

6. “Non disturbarlo, è concentrato”

Se tuo figlio gioca da solo ed è concentrato, non interromperlo con frasi come: “che bravo” oppure “che stai facendo”?
Ogni frase o anche il semplice contatto visivo potrebbe disturbare la sua concentrazione.

Secondo il metodo Montessori se vuoi incoraggiare tuo figlio a concentrarsi e a giocare da solo, evita qualsiasi interruzione.
Lascialo giocare concentrato: è un momento prezioso per lo sviluppo del tuo bambino.
Tanto non c’è fretta, lo potrai elogiare anche quando avrà finito di giocare. 🙂

7. “Segui il bambino”

Seguire il bambino significa -nel metodo Montessori- chiedere sempre a lui quale sia il motivo del proprio comportamento. Come genitori, dovremmo sempre fidarci del fatto che ogni bimbo segua sempre il proprio ritmo fisico, mentale ed emotivo.

La frase “Segui il bambino” ha l’obiettivo di ricordarci che ogni bambino è unico con i suoi bisogni, interessi, capacità e talenti.

Quindi, prima di trascinare tuo figlio a danza, nuoto o calcio, aspetta e osserva. Lascia che tuo figlio ti mostri i suoi interessi.

Alcuni bambini hanno la passione del pallone già a 2 anni, altri a 6 anni, altri ancora non hanno nessun interesse per il pallone – e va bene così.

Il tuo bambino ama stare sul divano a guardare o leggere libri invece di fare sport? Va benissimo. Portalo in biblioteca e fagli scegliere i libri che vuole.

Come vedi, Montessori non è solo un ennesimo metodo di educazione, ma un modo speciale di percepire tuo figlio e i suoi bisogni.
Applicare queste idee nella vita di tutti i giorni aiuterà il tuo bambino a diventare una persona indipendente e sicura di se.

Montessori, 7 frasi per trasmettere fiducia al tuo bambino
Speriamo tu possa prendere spunto dalle 7 frasi di Maria Montessori.
Se hai qualche domande o cerchi altre info, lascia pure un commento qui sotto e approfondiremo l’argomento!

metodo montessori 7 frasi

Vedi anche:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *