Lo ammetto: prima della mia gravidanza non avevo idea di cosa fosse un Chiama Angeli. Poi una cara amica me ne ha regalato uno bellissimo come buon augurio e mi ha raccontato la storia dei Chiama Angeli.

Non credo negli angeli custodi e non so se davvero i miei bambini ne abbiano sentito il suono attraverso la mia pancia (anche se sospetto di si), ma mi ha accompagnato fino alla fine della gravidanza e anche durante il periodo di allattamento. 

Scopri anche: 40 idee regalo originali per neonati

Cos’è un Chiama Angeli?

La storia del Chiama Angeli o Richiamo per gli Angeli ha la sua origine nella cultura messicana.

Un Chiama Angeli è una collana lunga, fatta d’argento (dovrebbe arrivare quasi all’ombelico) con appesa una sfera (anche questa d’argento) liscia o cesellata. 

All’interno della sfera ci sono piccole palline o uno xilofono che, con il movimento, danno vita a un suono dolce e rilassante

Mentre la futura mamma cammina la collana emette una melodia quasi angelica che il bimbo, attraverso la pancia, dovrebbe già percepire dalla sedicesima settimana. 

Questo legame “sonoro” permette anche alla futura mamma di vivere la gravidanza con una maggiore serenità.

Perché regalare un chiama angeli?

Il dolce suono della sfera rilassa il bimbo in grembo e crea una connessione speciale tra la futura mamma e il suo piccolo. Per il bimbo il suono è rilassante, ma non solo. Si dice che grazie al suono emesso dalla sfera quando la mamma è in movimento, il bimbo comprenda già prima di nascere la differenza tra giorno e notte. Può quindi essere un buon modo per allineare i ritmi naturali di sonno e veglia. 

Dopo la nascita, il suono familiare della sfera continua a rassicurare il bambino, ricordandogli il grembo materno.

Da quando indossare un Chiama Angeli?

Durante la gravidanza

Oggi si sa che i bambini già dalle 18-20 settimane possono percepire i suoni esterni nel ventre della mamma.

Quindi vi consiglio di portare il Chiama Angeli da quel periodo. Il piccolo potrà così familiarizzare con il suono dolce che ritroverà poi nel mondo esterno. 

Dopo la nascita

Io per esempio dopo la nascita ho messo il ciondolo appeso al lettino dei bimbi, come una specie di „sonaglio“ per cullare e rilassare i miei gemelli. E forse hanno trovato nel dolce tintinnio del mio Chiama Angeli un suono familiare e un punto di riferimento rassicurante.

A volte ho portato la catenina accorciata anche durante l’allattamento al seno, finché i miei gemelli non sono stati abbastanza abili da cercare in ogni modo di agguantare la sfera. 🙂

Come scegliere il Chiama Angeli

C’è una vastissima scelta di Chiama Angeli per tutti i gusti: sfere lisce o cesellate, colorate, con charme o l’albero della vita.

Personalmente consiglierei un Chiama Angeli realizzato a mano in laboratori specializzati

Certo, ci sono anche le sfere in metallo, ma consiglio l’acquisto di Chiama Angeli in argento o argento dorato

Ci sono Chiama Angeli personalizzati con le iniziali della mamma e del papà o con quelle dei fratelli o del bimbo in grembo. 

Ce ne sono con pietre preziose o con incisi o disegnati simboli portafortuna. 

Il ciondolo a sfera può essere liscio o decorato: alcuni modelli hanno lavorazioni o finiture particolari, altri sono decorati con disegni particolari.

Ecco i miei Chiama Angeli artigianali preferiti. Sono tutti modelli di Aismee che propongono Chiama Angeli molto belli e fatti con cura. 

Il Regalo perfetto durante la gravidanza

Come vedrai, i modelli di Chiama Angeli sono davvero tanti. Li puoi acquistare sia online che nei negozi di gioielleria.

Se vuoi fare un regalo alla tua compagna, amica, figlia, scegli un modello unico, con uno stile inconfondibile, anche per questo ti consiglio Chiama Angeli artigianali.

Il ciondolo accompagnerà la futura mamma per almeno 9 mesi in unavventura indimenticabile e poi rimarrà per sempre come ricordo.

E anche per questo il Chiama Angeli è un regalo perfetto per una persona speciale.

Il mio Chiama Angeli riposa ora con pochi ricordi importanti in una preziosa scatola. 

Ogni tanto apriamo questa scatola con i bimbi e gli racconto la storia particolare legata ad ogni oggetto. La storia del loro Chiama Angeli rimane ancora oggi una tra le preferite e -chissà- forse nel loro subconscio ricordano ancora il suono particolare che emette quando si muove. 🙂

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *