1

 

(Post di babbo D.)

Eccoci ad un altro argomento che, come babbo, tocca a me affrontare: la cacca. 🙂  
Inutile fare finta di niente, le attività intestinali della prole sono argomento di discussione in tutte le famiglie che si rispettino e che hanno bimbi piccoli, dunque non sottraiamoci…

E’ noto che un buon funzionamento delle budella dei nostri piccoli sia fondamentale ed ho visto che in rete si può reperire tutta una documentazione sull’argomento (forme, colori, dimensioni, consistenze e/o odori…) che mi fa pensare che ci siano dei veri esperti che vi potranno fornire consigli tecnici molto più precisi  dei miei…
Dunque mi limiterei alla fredda cronaca e all’esperienza personale. 🙂

I Pispoli finora sono stati regolari e direi che funzionano bene, David -per esempio- mi regala quasi tutte le mattine un pacchettino marrone non appena ho finito di vestirmi e sono pronto per uscire ed andare a lavoro…

Annika invece… Annika è proprio buffa quando espleta i suoi bisognini. 🙂
Di solito lo stimolo l’assale mentre mangia, la sera verso le 19.
Dunque la potete immaginare impettita sul suo seggiolotto con la faccetta imbrattata di pappa di riso…
Si ferma, rifiuta il cucchiaio, tiene la vorace bocchetta chiusa.
Poi diventa tutta rossa (ma rossa eh!) e serra le labbra e gli occhietti.
Prende la rincorsa.
A questo punto c’è un momento di concentrazione e di impegno nel quale non vola una mosca, ci mette tutta se stessa, spinge fin quasi a farsi uscire gli occhietti -ormai lucidi- dalla testolina…
Ma non demorde.
Qualche suono strano e un’afrore coloniale invade la stanza.
Ce l’abbiamo fatta, sorrisi, festeggiamenti, gargarismi e si può (anzi si deve, altrimenti strilloni) continuare la cena…

Beh, lo ammetto, la scenetta è divertente e a stento con Joja riusciamo a trattenere le risate.
Perché non si deve ridere in questi casi, Annichetta ce la mette tutte ed è giusto incoraggiarla. 🙂

Dunque, pensate un po’, ma non credo succeda solo a noi, alla fine siamo tutti ad applaudire e fare il tifo con convinzione: “EVVIVA LA CACCAAAAAA!” (o qualcosa di simile, così suona male…).
Tranne David che ancora non capisce proprio bene cosa succeda ma che se sente l’atmosfera di festa è della banda volentieri. 🙂

Condividi questo articolo
Se ti piace, mi potresti votare?
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *